10 suggerimenti per un sonno migliore
13 Dicembre 2019
Uno stile di vita sano per aiutare il nostro sistema immunitario
13 Marzo 2020

Etichette alimentari: istruzioni per l’uso

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Quante volte davanti agli altissimi scaffali tra le mille corsie del supermercato ci siamo sentiti insicuri e impotenti…
L’acquisto consapevole dei prodotti alimentari è alla base di una sana alimentazione per tutta la famiglia.
Cosa scegliere? A cosa prestare particolarmente attenzione? Lo vediamo in questo articolo.
Iniziamo!

  1. La lunghezza dell’elenco degli ingredienti: tutte le sostanze utilizzate vengono riportate in ordine di quantità decrescente, quindi , ad esempio, se cerchiamo una crema di nocciole scegliamo quella che avrà le nocciole e non lo zucchero come primo ingrediente! L’eventuale presenza di allergeni è evidenziata con carattere diverso rispetto agli altri ingredienti.

  1. La data di scadenza: può essere espressa come “Consumare entro il” o come “ Consumare preferibilmente entro il”.

  • Nel primo caso ( “consumare entro il”) ci si riferisce ai prodotti che deperiscono facilmente (es. latticini) e non devono essere consumanti oltre la data indicata .

  • Nel secondo caso ( “Consumare preferibilmente entro il” ) si parla di termine minimo di conservazione ( TMC): il consumo dei prodotti oltre la data indicata non comporta rischi per la salute ma potrebbe verificarsi un’ alterazione di alcune sostanze organolettiche come l’odore o il sapore.

 

Conoscere la differenza tra scadenza e TMC è utile ad evitare che il prodotto venga buttato via quando ancora commestibile!

 


  1. La dichiarazione nutrizionale

    che comprende le calorie, i grassi e gli acidi grassi saturi, i carboidrati e gli zuccheri, le proteine, il sale. Può essere integrata con l’indicazione su acidi grassi monoinsaturi, acidi grassi polinsaturi, polioli, amido, fibre. I valori riportati possono essere riferiti a 100g/100ml del prodotto oppure alla porzione, spesso molto più piccola di 100g (es. 20-30 g per marmellate, creme di nocciole ecc..).

 

Spesso guardare i valori per porzione può essere fuorviante! Controllare sempre i valori per 100g di prodotto!

 

Riguardo al punto 3 è fortemente consigliato leggere attentamente cosa riporta l’etichetta alimentare, prestando attenzione a:


  • zuccheri nascosti

    (sciroppo di glucosio, miele, destrosio, sciroppo d’agave, fruttosio). Gli zuccheri non dovrebbero superare i 15 gr su 100 gr di prodotto


  • grassi

    (margarina, olio di mais, palma e girasole, burro, strutto). I grassi totali non dovrebbero superare i 20 gr su 100 gr di prodotto (prestando attenzione soprattutto ai grassi saturi!)

  • sale (anche i prodotti da colazione contengono il sale, es. fette biscottate e cereali). Il sale non dovrebbe superare 1,5 gr su 100 gr di prodotto

Riassumendo!

Controllare la lunghezza della lista degli ingredienti: minore è il numero degli ingredienti che compaiono maggiore è la qualità del prodotto.

Scegliere il prodotto leggendo le etichette nutrizionali e non facendosi ingannare dai colori e dalle illustrazioni (confezioni color verde, prodotti “BIO” o “NATURALI”) capaci di attirare l’attenzione del consumatore ma che spesso non riflettono le caratteristiche dell’alimento.

Non preferire per forza il prodotto “light”: spesso è meglio mangiare quantità inferiori del prodotto originale piuttosto che quantità doppie del corrispettivo “light”.